L’FBI viola l’iPhone senza l’aiuto di Apple

Dopo la “strage di San Bernardino” avvenuta qualche settimana fa, L’FBI aveva chiesto ad Apple di poter collaborare col governo fornendo la possibilità di “Hackerare” il telefono del terrorista e poter accedere quindi alle informazioni necessarie. L’azienda di Cupertino aveva negato la possibilità di fornire queste informazioni al governo,visto che significava la violazione della privacy non soltanto degli iPhone americani, ma ovviamente gli iPhone di tutto il mondo. L’FBI è ricorso quindi alle vie legali per ottenere il permesso di violazione dell’iPhone del terrorista, ma a quanto pare la causa non continuerà.

L’FBI è riuscita infatti a violare l’iPhone senza l’aiuto di Apple. La notizia è piuttosto inquietante, infatti quello che sappiamo è che l’FBI ha ottenuto l’aiuto da terze parti, ma non ha specificato come è riuscita a violare il telefono. A questo punto Apple vorrà sapere come sono riusciti a violare il dispositivo, per adesso si è limitata a dire che continuerà a “collaborare con le forze dell’ordine come a sempre fatto e che continueranno ad aumentare la sicurezza dei loro prodotti, visto che questi attacchi siano sempre più frequenti ed elaborati” aggiungendo anche che “ha intenzione di continuare questa discussione sulla sicurezza dei dispositivi, visto che potrebbero essere violati in seguito da gente che potrebbe avere intenzioni tutt’altro che buone”.

Per rimanere aggiornati, visitate flashtechnoblog.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...